Spazio Sociale
Web Hosting

  •  DIRITTI
     18/11/2011
    San Severo, ‘La Mafia Innominabile’ che sfigura il Gargano
    Sabato 19 novembre la presentazione del libro di Domenico Seccia
    San Severo, ‘La Mafia Innominabile’ che sfigura il Gargano

    Sabato 19 novembre, con inizio alle ore 17,30, il Teatro Comunale Giuseppe Verdi di San Severo, ospiterà la presentazione del volume ‘La Mafia Innominabile’ di Domenico Seccia, Procuratore Capo di Lucera, tra i primi ad indagare sull’esistenza di una mafia fino ad allora negata finanche con le parole, utilizzando il termine ’faida’ al posto di ’mafia’, e rimandando così ad una minimizzazione e ad un isolamento non solo linguistico ma anche fattuale dell’episodio criminoso. Nel libro, edito dalle edizioni la meridiana, il Procuratore Seccia ricostruisce la genesi di questa lunga guerra mafiosa che ha visto contrapporsi nella città di Monte Sant’Angelo i clan dei Li Bergolis da una parte e quello dei Primosa-Alfieri dall’altro dando vita ad omicidi plateali quasi sempre conclusi con colpi sul volto della vittima per sfigurarla e renderne impossibile l’omaggio dei parenti, come estremo sfregio e disprezzo per il morto. Una mafia dalla lunga memoria, capace di serbare rancore e perpetrare vedetta dopo molti anni. Una mafia che si tramanda di padre in figlio per difendere l’onore della famiglia e della propria ’roba’.

    “C’era un tempo in cui la mafia garganica non esisteva. Bisognava vincere la credenza che fosse una magia, popolata dal potente di turno che impone il suo comando, la sua forza e la sua violenza. Non esisteva perché tutti la negavano. Anche i Magistrati che se ne occupavano. Una faida come le altre. La mafia garganica, però, esisteva, eccome. Ammazzava ed ammazza. Questa la quarta di copertina del libro che sarà presentato, oltre che dallo stesso autore, dal: sindaco di San Severo, Gianfranco Savino, il deputato Angelo Cera, il Consigliere della Suprema Corte di Cassazione, Francesco Bonito, il Presidente degli Ordini Forensi d’Europa, Guido De Rossi, il Preside dell’I.T.C. Fraccacreta, Antonio De Maio. Modera: Ernesto Tardivo, giornalista De La Gazzetta del Mezzogiorno. Nel corso dell’incontro l’attore Francesco Gravino (Foyer’97 Teatro) leggerà alcuni brani.

    edizioni la meridiana









  •  

  •     FILMATI ALLEGATI ALL'ARTICOLO

    Non Ŕ presente nessun video allegato all'articolo




  •  

  •     DOCUMENTI ALLEGATI ALL'ARTICOLO

    Non Ŕ presente nessun allegato




  •  

  •     ARTICOLI ALLEGATI

    Non Ŕ presente nessun articolo allegato















commoncommoncommon