Spazio Sociale
Web Hosting

  •  WELFARE
     23/02/2010
    Foggia, approvato il Piano Sociale di Zona 2010-2012
    Pellegrino: “L’obiettivo principale è favorire l’inclusione e l’integrazione”
    Foggia, approvato il Piano Sociale di Zona 2010-2012“Vogliamo colmare il divario sociale che è ancora forte nella nostra città, cercando di raggiungere gli obiettivi che ci eravamo prefissati: facilitazione dell’accessibilità alle strutture sociali, maggiore qualità nell’assistenza, integrazione e inclusione”. Così Pasquale Pellegrino, assessore alle Politiche Sociali del Comune di Foggia, ha presentato il nuovo Piano Sociale di Zona dell'Ambito Territoriale di Foggia nel corso della Conferenza dei Servizi, l'incontro propedeutico all'approvazione del documento che disegna il sistema del welfare foggiano per il triennio 2010-2012. Presenti alla Conferenza dei Servizi, oltre al Comune di Foggia, anche la Provincia di Foggia, l'Asl di Foggia e la Regione Puglia, e rappresentanti delle forze sociali ed istituzionali che nel corso dei Tavoli di Concertazione hanno dato suggerimenti e spunti indispensabili alla realizzazione del nuovo Piano Sociale di Zona.

    Ammonta a 33 milioni di euro la somma a disposizione dell'Ambito Territoriale di Foggia per dare continuità ai servizi socio-assistenziali e socio-sanitari attivati in questi anni e per promuovere altri interventi sociali tesi a migliorare la qualità della vita dei cittadini. Al centro dell'attenzione della nuova programmazione sociale, i minori e gli anziani. In modo particolare, l'Amministrazione Comunale punta a dare risposte importanti per quel che riguarda i minori allontanati temporaneamente dalle loro famiglie e destinati dal Tribunale per i minorenni di Bari verso le comunità educative o le case famiglie. I costi degli istituti sono particolarmente esosi per le casse comunali, anche perché spesso i ragazzi vengono inviati verso strutture fuori provincia o addirittura fuori regione. Di qui, l'esigenza di attivare azioni di sensibilizzazione verso la cultura dell'affido familiare.

    Nicola Corvino, dirigente delle Politiche Sociali del Comune di Foggia, tra tracciato gli interventi principali ed innovativi che saranno realizzati nel corso della triennalità. “Saranno istituiti dei Centri polivalenti per minori nelle zone più a rischio e periferiche della città: il quartiere Cep, Candelaro, Borgo Cervaro e Borgo Incoronata”. Inoltre, “sono previsti interventi di sostegno economico rivolti alle famiglie numerose attraverso l'utilizzo di bonus e convenzioni con esercizi commerciali. In programma anche il potenziamento dell'Ufficio di Mediazione Familiare e il collocamento della Porta Unica d'Accesso in sei zone della città”.

    Uno dei punti di forza del nuovo Piano di Zona sarà l’Assistenza Domiciliare Integrata, che vedrà la collaborazione tra il Servizio sociale e il Servizio sanitario per garantire prestazioni ad alta professionalità presso le abitazioni dei richiedenti, che eviterà ad anziani e disabili il ricorso presso istituti specifici. In favore dell’inclusione è anche l’istituzione di un centro diurno per i ragazzi autistici che verrà gestito in collaborazione con l’Asl foggiana. Confermate le borse lavoro per persone con disagio psichico, realizzate con il Centro di Igiene Mentale, che prevedono l'impiego di 10 ragazzi nei servizi di manutenzione del verde del cimitero di Foggia.

    Per quanto riguarda la prevenzione delle dipendenze, tra gli interventi prioritari è stata inserita la riattivazione dell’Unità mobile, che sarà presente nei luoghi di aggregazione giovanile, che avrà lo scopo di sensibilizzare i ragazzi sul tema delle dipendenze. Il Piano Sociale di Zona vede contemplati, inoltre, interventi per il contrasto alla povertà, per la promozione di luoghi che favoriscano opportunità di socializzazione e integrazione tra le comunità straniere e quelle residenti, interventi diretti al supporto delle famiglie con problematiche relative alla violenza domestica o all’assistenza.

    Anna Maria Candela, dirigente del servizio di Programmazione Sociale della Regione Puglia, ha rilevato che “il Piano Sociale di Zona dell'Ambito Territoriale di Foggia prevede un insieme di servizi articolati collegati con gli obiettivi di servizio indicati dalla Regione e agganciati alle esigenze di questo territorio”.

    Ritrova spazio l’occupazione di persone affette da disabilità psichiche in attività di manutenzione del verde all’interno del Cimitero comunale, iniziativa che ha visto una positiva fase di sperimentazione e che verrà riposta anche in futuro.


    link:
    Comune di Foggia










  •  

  •     FILMATI ALLEGATI ALL'ARTICOLO

    Approvato il Piano Sociale di Zona 2010-2012
    visualizza video
    Approvato il Piano Sociale di Zona 2010-2012
    Ammonta a 33 milioni di euro la somma a disposizione dell'Ambito per dare continuità ai servizi socio-assistenziali e socio-sanitari attivati in questi anni e per promuovere altri interventi sociali tesi a migliorare la qualità della vita dei cittadini.

    Approvato il Piano Sociale di Zona 2010-2012
    visualizza video
    Approvato il Piano Sociale di Zona 2010-2012
    L'intervista a Pasquale Pellegrino, assessore alle Politiche Sociali del Comune di Foggia, sul nuovo Piano Sociale di Zona

    Approvato il Piano Sociale di Zona 2010-2012
    visualizza video
    Approvato il Piano Sociale di Zona 2010-2012
    L'intervista ad Antonio Montanino, assessore alla Solidarietà e alle Politiche Sociali della Provincia di Foggia



  •  

  •     DOCUMENTI ALLEGATI ALL'ARTICOLO

    scarica file
    Piano Sociale di Zona 2010-2012
    La sintesi del Piano Sociale di Zona approvato dall'Ambito Territoriale di Foggia



  •  

  •     ARTICOLI ALLEGATI

    Non è presente nessun articolo allegato















commoncommoncommon