Spazio Sociale
Web Hosting

  •  WELFARE
     29/07/2016
    Monteleone di Puglia, al via il progetto Sprar: accoglierà 25 persone
    abato 6 agosto l’inaugurazione del servizio finanziato dal Ministero dell’Interno
    Monteleone di Puglia, al via il progetto Sprar: accoglierà 25 persone

    abato 6 agosto alle ore 17.00 si terrà l’inaugurazione del Progetto SPRAR - Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati - del Comune di Monteleone di Puglia. Il Progetto SPRAR finanziato dal Ministero dell’Interno al Comune di Monteleone prevede l’attivazione di un Centro collettivo che accoglierà nel biennio 2016/2017 fino a 25 persone – in prevalenza famiglie – fra richiedenti e titolari di protezione internazionale ed umanitaria, al fine di favorirne l’integrazione nel tessuto socio-economico territoriale dei Monti Dauni.


    Il Progetto del Comune di Monteleone ha come obiettivo principale la ri-conquista dell’autonomia individuale dei richiedenti/titolari di protezione internazionale e umanitaria accolti, intesa come una loro effettiva emancipazione dal bisogno di ricevere assistenza: le persone accolte non saranno beneficiari passivi di interventi assistenziali predisposti in loro favore, ma protagonisti attivi del proprio percorso di accoglienza e di inclusione sociale. Infatti il Progetto prevede servizi integrati di:
    • mediazione linguistica e interculturale;
    • accoglienza materiale;
    • orientamento e accesso ai servizi del territorio;
    • formazione e riqualificazione professionale;
    • orientamento e accompagnamento all’inserimento lavorativo;
    • orientamento e accompagnamento all’inserimento abitativo;
    • orientamento e accompagnamento all’inserimento sociale;
    • orientamento e accompagnamento legale;
    • tutela psico-socio-sanitaria.


    L’evento di inaugurazione prevede, dopo la visita al Centro di Accoglienza, gli interventi del sindaco Giovanni Campese, che ha fortemente voluto il Progetto, ritenuto strategico nella vision di sviluppo del Comune di Monteleone di Puglia, che intende trasformarlo in una Comunità vocata all’accoglienza integrata, un Laboratorio in cui sperimentare la pratica della pace e della nonviolenza, oltre che il loro studio teorico, che avranno quali propulsori il Centro internazionale per la nonviolenza ’Mahatma Gandhi’ e il Campus di educazione alla pace.
    Seguiranno gli interventi dell’Assessore al Bilancio della Regione Puglia Raffaele Piemontese, dell’Eurodeputato - Commissione per l’Accoglienza e gli Affari Sociali Elena Gentile e del Presidente del GAL Meridaunia Alberto Casoria.









  •  

  •     FILMATI ALLEGATI ALL'ARTICOLO

    Non Ŕ presente nessun video allegato all'articolo




  •  

  •     DOCUMENTI ALLEGATI ALL'ARTICOLO

    Non Ŕ presente nessun allegato




  •  

  •     ARTICOLI ALLEGATI

    Non Ŕ presente nessun articolo allegato















commoncommoncommon