Spazio Sociale
Web Hosting

  •  WELFARE
     27/10/2017
    Alto Tavoliere, al via ’Yazida’: il programma per difendersi dalla violenza di genere
    Finanziato dalla Regione Puglia è rivolto in particolare al mondo femminile vittime di abusi ad ogni livello
    Alto Tavoliere, al via ’Yazida’: il programma per difendersi dalla violenza di genere

    Il Programma Antiviolenza Yazida, finanziato dalla Regione Puglia - Legge Regionale 28/2014, art. 16 – è stato presentato a San Severo presso il MAT – Museo dell’Alto Tavoliere. L’iniziativa è promossa dal Centri Antiviolenza dell’Alto Tavoliere attraverso risorse del Piano Sociale di Zona. “Si tratta di un programma – dichiarano il sindaco Francesco Miglio e l’Assessore comunale alle Politiche Sociali Simona Venditti – che è rivolto al mondo femminile vittime di violenza ad ogni livello, pensiamo. Per esempio, ai maltrattamenti domestici, ma anche in senso più lato alle donne che sono costrette a combattere guerre. Il progetto è diretto alla realizzazione di interventi per contrastare fenomeni di abuso e violenza, finalizzato all’accoglienza, al sostegno e all’accompagnamento, tramite percorsi  personalizzati, in favore  delle  donne  vittime  di  violenza, sole o con minori. L’obiettivo è quello di supportare le donne durante tutto il percorso di fuoriuscita dalla violenza,  favorendone il  loro inserimento attraverso il sostegno alle  attività del  Centro Antiviolenza e  il consolidamento della  rete  dei  servizi per la prevenzione e il contrasto della violenza di genere”.

     

    Alla conferenza interverranno sono intervenuti anche gli Assessori alle Politiche Sociali di Lesina e Torremaggiore, Marisa Maiorano e Gianluca Di Ianni. Il focus sulla rete attivata e strutturata sull’intero territorio dell’Alto Tavoliere in favore del contrasto alla violenza di genere è stato affidato alla Responsabile dell’Ufficio di Piano, Lucia di Fiore. Sui contenuti, gli obiettivi e l’attuazione del Programma Antiviolenza sono intervenute la presidente della coop. sociale ‘Il Filo di Arianna’, soggetto gestore del Centro Antiviolenza dell’Alto Tavoliere, Rosaria Capozzi; la presidente della Camera Minorile di Capitanata, Maria Emilia De Martinis e per l’Associazione Lavori in Corso, Antonietta Clemente, partner del Programma.









  •  

  •     FILMATI ALLEGATI ALL'ARTICOLO

    Non Ŕ presente nessun video allegato all'articolo




  •  

  •     DOCUMENTI ALLEGATI ALL'ARTICOLO

    Non Ŕ presente nessun allegato




  •  

  •     ARTICOLI ALLEGATI

    Non Ŕ presente nessun articolo allegato















commoncommoncommon