Spazio Sociale
Web Hosting

  •  DIRITTI
     24/05/2011
    Arcigay, Camasta: “L’Italia è indietro sulla legge contro l’omofobia”
    Il consigliere nazionale rilancia anche il ruolo di sostegno dell’Agedo
    Arcigay, Camasta: “L’Italia è indietro sulla legge contro l’omofobia”“E’ davvero un clima sociale molto pesante. Come diceva il primo politico dichiaratamente gay della storia, Harvey Milk, se i tuoi diritti non vengono riconosciuti è come se tu non esistessi”. Francesco Camasta è consigliere nazionale dell’Arcigay. Da tempo si batte per il riconoscimento dei diritti delle persone omosessuali e lesbiche. Anche perché sono ancora tante le discriminazioni e le violenze legate al diverso orientamento sessuale delle persone. Eppure, nel 1990 l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha eliminato l’omosessualità dall’elenco delle malattie mentali. Ed ogni anno, il 17 maggio, si celebra la Giornata Internazionale contro l’Omofobia. E l’Agedo (Associazione Genitori & Amici di omosessuali) si fa sempre più spazio a Foggia, in Puglia ed in Italia con l’obiettivo di sostenere da un punto di vista psicologico i genitori che fanno maggiore fatica nell’accettare e nel comprendere l’orientamento sessuale dei loro figli.

    Intanto, nei giorni scorsi il ministro per le Pari Opportunità, Mara Carfagna, ha presentato ‘DisOrientamenti, discriminazione ed esclusione sociale delle persone lgbt in Italia’, la prima completa analisi delle condizioni di vita della popolazione omosessuale in Italia realizzata dall’Unar. “L’Italia si è mossa in ritardo, - ha detto il ministro Carfagna nell’occasione - probabilmente, non è riuscita ad andare molto oltre le intenzioni, ma certamente, ha molta voglia di recuperare il passo”.

    link:
    Agedo Foggia









  •  

  •     ARTICOLI ALLEGATI

    Non Ŕ presente nessun articolo allegato















commoncommoncommon